Dettagli sui liquidazione per le omologazioni eccezionali

Decisione generale in merito all'adozione di scadenze per l’immissione sul mercato e la liquidazione di biocidi per far fronte a situazioni eccezionali

Il 28 febbraio e il 9 aprile 2020 l’organo di notifica per prodotti chimici ha rilasciato delle omologazioni per i disinfettanti in caso di situazioni eccezionali, con l’obiettivo di contrastare le difficoltà di approvvigionamento della popolazione e del settore sanitario durante l’emergenza COVID-19.

Grazie alla flessibilità dimostrata da numerose aziende, questa misura si è rivelata efficace e ha garantito l’approvvigionamento di disinfettanti, consentendo al tempo stesso a molte aziende di compensare le perdite finanziarie subite a causa del confinamento.

Nella fase iniziale dell’emergenza, la domanda di disinfettanti era molto elevata. Inoltre, non era possibile prevedere la durata dei problemi di approvvigionamento, né la quantità di disinfettanti che sarebbe stata effettivamente necessaria. Di conseguenza, molte aziende ne hanno prodotti quantitativi elevati e dispongono ora di ingenti scorte.

Alcune aziende e associazioni hanno pertanto richiesto una proroga della decisione generale poiché, in base alle informazioni fornite dalle aziende, le scorte di disinfettanti sono talmente elevate da renderne impossibile la liquidazione entro il 31 agosto 2020.
Alla luce delle ingenti scorte disponibili e della situazione attuale, una proroga delle decisioni generali del 28 febbraio e del 9 aprile 2020 non è tuttavia giustificata, dato che comporterebbe la possibilità di continuare a produrre disinfettanti. Inoltre, a medio termine è necessario correggere la distorsione di mercato derivante dalla situazione straordinaria, in quanto essa penalizza i soggetti giuridici che hanno già ottenuto un’omologazione regolare dei loro prodotti in virtù dell’ordinanza sui biocidi (OBioc).

Poiché sarebbesproporzionato distruggere questi prodotti, l’organo di notifica per prodotti chimici ha emanato una decisione generale in merito all'adozione di scadenze per la vendita, con l’obiettivo di consentire la liquidazione delle scorte, nonché l’utilizzo delle stesse a titolo professionale o commerciale.
In base alle due decisioni generali del 28 febbraio e del 9 aprile 2020 non sarà pertanto più consentito produrre o importare disinfettanti dal il 31 agosto 2020.
Fino al 28 febbraio 2021 sarà ancora possibile immettere sul mercato e liquidare le scorte.
I disinfettanti prodotti o importati in base alle decisioni generali del 28 febbraio e del 9 aprile 2020 e consegnati entro il 28 febbraio 2021 per essere impiegati a titolo professionale o commerciale possono essere utilizzati per una durata illimitata, ovvero fino a esaurimento o al raggiungimento della data di scadenza indicata. Lo stesso vale per l’impiego a titolo privato dei suddetti prodotti.

Sintesi - Panoramica:

Dal 1o settembre 2020: in base alle decisioni generali del 28 febbraio e del 9 aprile 2020, non è più possibile produrre o importare disinfettanti.

Entro il 28 febbraio 2021: le scorte dei disinfettanti sopracitati possono essere vendute fino a questa data all’interno dell’intera catena di fornitura, inclusa la vendita (consegna) dei prodotti ai consumatori finali. È quindi necessario organizzare di conseguenza il commercio all’interno della catena di fornitura.
I prodotti consegnati ai consumatori finali possono essere utilizzati per una durata illimitata, ovvero fino a esaurimento delle scorte o non oltre la data di scadenza, qualora ne sia indicata una.

I consumatori finali sono:

  • privati (p. es. vendita a privati di un disinfettante per le mani nel commercio al dettaglio, nelle farmacie, ecc.);
  • utilizzatori professionali (p. es. consegna di prodotti per la disinfezione delle mani e delle superfici al personale sanitario in ospedali / case di cura);
  • utilizzatori commerciali (p. es. impiego di prodotti per la disinfezione dei tavoli nei ristoranti).

Decisione generale in merito all’adozione di termini di liquidazione:

Ultima modifica 26.11.2020

Inizio pagina